IL MUSEO ARCHEOLOGICO

Il Civico Museo Archeologico di Acqui Terme è ospitato nelle sale del castello dei Paleologi, storica dimora dei marchesi del Monferrato, risalente, nella parte più antica ancor oggi conservata, alla seconda metà del XV secolo. La nascita del museo risale al 1967, mentre l’attuale allestimento è stato realizzato nel 2001.
L’esposizione si articola in tre sezioni (dedicate rispettivamente all’età preistorica e protostorica, all’epoca romana e al periodo tardo-antico e medievale), con un percorso di visita che comprende in tutto sette sale, cui si aggiungono alcuni spazi dedicati alle mostre temporanee. Vi trova posto un numero considerevole di reperti di grande interesse storico e archeologico, che offrono, nel loro insieme, una significativa testimonianza della ininterrotta presenza umana nel territorio acquese, fornendo una visione complessiva del popolamento della città, dalla più remota antichità fino alle soglie dell’età moderna.
Le prime due sale presentano numerosi manufatti in selce risalenti all’epoca preistorica cui fanno seguito reperti ceramici e utensili metallici (punte di lancia e di giavellotto, lame, rasoi) dell’età del Bronzo e del Ferro. Si prosegue con le ricche testimonianze materiali dell’epoca romana, quando la città di Aquae Statiellae divenne uno dei più importanti centri urbani posti lungo il percorso dell’antica via Aemilia Scauri: corredi tombali, stele e lapidi funerarie, elementi architettonici, sculture, arredi marmorei, mosaici, anfore, fino alla ricostruzione della grande fontana della “Bollente” di epoca romana, realizzata in grandi blocchi di marmo bianco, venuta alla luce alla fine del XIX secolo nel sito dell’odierna piazza. Le ultime sale sono dedicate al periodo tardo-antico e medievale, documentati da epigrafi paleocristiane e corredi funebri di epoca longobarda, seguiti da una significativa selezione di reperti ceramici di epoca medievale e rinascimentale a testimonianza della ininterrotta continuità abitativa conosciuta dalla città.

IL GIARDINO BOTANICO “BIRDGARDEN” 

Un’oasi naturale, il Birdgarden situato all’interno delle mura del Castello.

       

MOSTRA IN CORSO ” Le Ceneri degli Statielli -la Necropoli dell’età del Ferro di Montabone.”

La necropoli fu scoperta nel 2008 e l’indagini archeologiche hanno interessato l’intero sepolcreto composto da 17 sepolture. La necropoli è riferibile ad una comunità di Ligures Statielli, l’antico popolo preromano che nel I millennio A.C. abitava il territorio dell’Alessandrino.

La mostra è stata prorogata fino al 2021

Orario di apertura dal 1° ottobre 2020 fino al 31 marzo 2021

da martedì a venerdì mattino su prenotazione; pomeriggio dalle 14.30 alle 18.00

sabato e domenica 10.00-13.30 e 14.30-18.00

lunedì chiuso

Castello dei Paleologi – Museo Archeologico – ingresso dal giardino Botanico, parco del Castello

Via Morelli – Tel. 0144 57555

www.acquimusei.it – info@acquimusei.it